Categorie
Suggerimenti e partner

Quanti anni può durare una cassetta postale da esterni?

Sicuramente ci aspettiamo che una cassetta della posta possa fare tante cose per noi. Tra queste il renderci più facile la vita a cominciare dal poter stabilire velocemente se abbiamo ricevuto della corrispondenza o meno ed il riuscire a prelevarla rapidamente e senza fatica.

A questo si aggiungono determinate aspettative inerenti Il design e lo stile della nostra nuova cassetta della posta, la quale è chiamata ad inserirsi perfettamente nel nuovo contesto. È inoltre necessario che la cassetta della posta sia robusta a sufficienza per riuscire a resistere a tutte le sollecitazioni o i tentativi di scasso da parte di eventuali malintenzionati con l’idea di andare a sottrarre la nostra corrispondenza o i nostri pacchi,  nel caso di cassetta portapacchi.

A parte questo ci sono anche altre cose che la nostra cassetta della posta è tenuta a fare, in particolar modo per quel che riguarda le cassette postali da esterni.

Cosa prevede la legge

È da premettere che la normativa vigente prevede che le cassette postali condominiali, così come quelle singole, debbano essere posizionate all’esterno dell’edificio e non all’interno. Questo perché il corriere o postino deve essere sempre nelle condizioni di poter lasciare la corrispondenza senza la necessità di chiamare qualcuno che possa aprirgli il cancello o il portone per accedere all’interno dell’edificio laddove le cassette postali sono posizionate.

È possibile per questo che l’ufficio postale di zona o direttamente il comune impongano al condominio di installare le cassette postali da esterno, per facilitare le operazioni di consegna. Meglio pensarci in anticipo dunque, soprattutto in fase di acquisto.

In particolare è il Decreto del 09/04/2001 a prevedere che le cassette postali debbano essere posizionate “al limite della proprietà, sulla pubblica via o comunque in luogo liberamente accessibile, salvi accordi particolari con l’ufficio postale di distribuzione”. Ciò al fine di favorire le operazioni di consegna della corrispondenza senza causare un disagio al corriere o portalettere, per i quali il tempo è prezioso al fine di riuscire a consegnare tutta la corrispondenza.

Durata e resistenza di una cassetta postale da esterno

Una cassetta postale da esterno, per garantire grande durata nel corso del tempo, deve necessariamente essere realizzata con materiali idonei in grado di garantire determinate condizioni.

La prima, e certamente la più importante per quel che riguarda un elemento posizionato all’esterno di un edificio, è la sua capacità di resistere all’azione incessante di agenti atmosferici quali sole, vento, pioggia, grandine e neve. Esistono diversi materiali con i quali realizzare un casellario postale ma certamente l’alluminio è quello in grado di offrire maggiori garanzie sia per quel che riguarda le eventuali infiltrazioni di pioggia o condensa che per la sua capacità di non ossidarsi.

L’alluminio è infatti un materiale leggero e facile da lavorare, ma al tempo stesso resistente e durevole nel corso degli anni. Per questo motivo è possibile dire che è una cassetta postale da esterni realizzata in alluminio ha una durata pressoché infinita.

Tra l’altro, una soluzione di questo tipo offre anche tutta la sicurezza necessaria per quanto concerne la custodia e protezione della propria corrispondenza dai tentativi di effrazione e sottrazione da parte di eventuali malintenzionati.

L’alluminio è infatti un materiale resistente e perfettamente in grado di resistere ai tentativi di scasso, il che significa che si possono tranquillamente fare acquisti online e affidarli alla propria cassetta postale in attesa di tornare a casa e ritirarla.

Se stai pensando dunque di acquistare una cassetta postale da esterni, considera che quelle in alluminio rappresentano la soluzione più efficace e duratura nel tempo, al punto tale che è possibile affermare durino per sempre.

Categorie
Suggerimenti e partner

Gusto e tendenze nella scelta dei tavoli di design

Quando si arreda uno studio, una casa o un’attività commerciale, non si può non scegliere anche un tavolo. Tale elemento è fondamentale perché rappresenta il cuore dell’allestimento scenico all’interno del proprio spazio.

Per trovare l’opzione giusta, bisogna optare per un tavolo che sia in grado di fare la differenza conferendo stile e personalità ad uno spazio. Per tale motivo è consigliabile optare per tavoli di design.

Parliamo di elementi protagonisti all’interno di una stanza, che devono essere scelti tenendo conto dello stile di arredamento che si vuole creare e che diverranno il perno visivo del tuo arredamento.

Tavolo di design, come sceglierlo

Per scegliere un tavolo di design la cosa migliore è puntare su un prodotto che possa rivedere il concetto di spazio. Ad essere essenziale della scelta è la forma. Essa rappresenta un aspetto fondamentale in quanto ogni persona che siederà a quello specifico tavolo avrà bisogno del proprio spazio e la forma glielo darà oppure no.

C’è l’opzione di puntare su tavoli grandi di forma rettangolare o quadrata, ad esempio negli open spaces.

Diversamente, si può puntare su tavoli dalle forme squadrate, geometriche ed ovali. Vanno bene anche più piccoli invece, negli spazi ristretti. In tutti i casi, un tavolo per essere definito artistico deve avere degli elementi unici nel proprio genere che gli conferiscano carattere e personalità.

Le tendenze dei tavoli di design

La scelta del tavolo di design deve tenere anche conto di quelli che sono gli ultimi trends nell’ambito dell’interior design. In genere, attualmente quelli che vanno per la maggiore sono i tavoli dallo stile minimal. Gli elementi ed i materiali più diffusi sono il legno, il metallo o anche il vetro.

La cosa importante è puntare su forme particolari, meglio se squadrate. Anche l’effetto tondeggiante è tornato in voga nel corso degli ultimi anni. Non dimenticate, nella scelta di un tavolo artistico di tener anche conto delle vostre esigenze personali e di spazio.

Categorie
Suggerimenti e partner

Suggerimenti per mantenere il tuo prato sempre verde

In Estate, così come nel resto dell’anno, è logico che chi ha la fortuna di avere una casa con giardino voglia avere un prato perfetto. Il buon aspetto del manto erboso è essenziale affinché la visione globale dei nostri esterni sia perfetta ed invitante.

Ecco allora di seguito alcuni consigli per mantenere il tuo prato sempre ben folto e verde.

Scegli il tipo di prato giusto

Se prevedi di rinfoltire un’area a prato, sarà utile sapere che ne esistono di diversi tipi. Una buona scelta iniziale determinerà la quantità di cure che dovrai apportare in futuro. L’opzione più conveniente nella progettazione giardini è quella che tiene conto del clima, del tipo di terreno di cui disponi e dell’uso che si intende fare del prato. 

Per le nuove installazioni ci sono due opzioni: partire dalla seminazione, che impiegherà mesi per dare risultati, o ricorrere al prato a zolle che è subito pronto.

Irrigazione

Devi innanzitutto analizzare il terreno prima della semina per verificare se ci sono problemi di drenaggio e studiare quale sistema di irrigazione è il migliore in base alle condizione del luogo. Considera poi che la Primavera e l’Autunno sono le stagioni ideali per la semina poiché le temperature sono più miti. 

Dopo la semina è necessario annaffiare 2 o 3 volte al giorno in modo che il terreno sia sufficientemente inumidito, ma quando l’erba raggiunge i 2 cm di altezza le annaffiature vanno progressivamente ridotte.

Quando tosare il prato?

Un prato senza una manutenzione regolare non durerà a lungo, e per questo deve essere tagliato periodicamente per mantenerlo sano. L’ideale è tagliare a metà lo stelo, tagliando ogni volta in una direzione diversa in modo che la radice non poggi sempre nella stessa direzione.

Manutenzione del prato

Per ottenere una migliore crescita, si consiglia di concimare il giardino ogni quattro-cinque settimane. Come integratore, sia per favorire la crescita che per prevenire i parassiti, è preferibile adoperare concimi organici.

Categorie
Suggerimenti e partner

Lo specchio giusto per la tua camera da letto

Esistono sul mercato diversi  stili di specchi per camera da letto che si abbinano perfettamente allo stile degli arredi presenti. Dagli specchi moderni con elementi tecnologici, agli specchi dal design classico o allo stile vintage-retrò.

In questo articolo troverai delle idee per individuare lo specchio perfetto per la tua camera da letto e un gran numero di suggerimenti per decorare la tua camera da letto al meglio.

Vogliamo aiutarti nella scelta in modo che non solo tu abbia uno specchio che aggiunge valore all’ambiente, ma che sia anche utile per te. Ecco perché abbiamo messo appunto alcuni suggerimenti e consigli che puoi trovare di seguito.

Misura bene gli spazi

Misurare con precisione le dimensioni della tua camera da letto è il primo passo da compiere. Con l’aiuto di un metro, crea semplice una piantina partendo dai muri principali. Successivamente aggiungi dettagli, come finestre e porte, oltre ad inserire letto, mobili e armadio. Una volta fatto questo primo passaggio, segui i consigli che troverai di seguito.

Come decorare con uno specchio una grande camera da letto

Nelle camere da letto grandi è possibile scegliere uno o più specchi decorativi: se hai una parete di oltre 2 metri libera, è meglio posizionare uno specchio rettangolare grande. A seconda dello stile che hai scelto per la tua camera da letto, acquista quello più adatto. Suggerimento: uno specchio da pavimento posizionato orizzontalmente può essere una soluzione che fa al caso tuo.

Come decorare una grande camera da letto con più specchi

Una delle alternative che incuriosisce molto gli utenti è il posizionare diversi specchi su una singola parete. Questa alternativa darà grande luce, calore e splendore alla tua stanza da letto, generando così una sensazione molto piacevole e accogliente. Anche in questo caso molto dipenderà dallo stile che hai scelto e dalle opportunità che l’ambiente offre.

Altre idee per decorare piccole camere da letto con specchi decorativi

Anche gli specchi di design sono un’ottima alternativa in grado di offrire molti vantaggi, in quanto soddisfano due necessità importanti: essi decorano e creano un ambiente accogliente e caldo , assolutamente necessario anche infondere quiete e rilassatezza a tutta la camera. Considera dunque che decorare la camera da letto con gli specchi è una buona pratica e un ottimo investimento. Suggerimento finale: una bella lampada di design è il complemento ideale per accompagnare il tuo specchio decorativo.